NUMERI CIVICI AUSTRIACI

numero austriaco

Numero civico austriaco in via Sant’Andrea, Milano

 

I numeri civici austriaci

La numerazione civica e la nomenclatura delle vie nella città meneghina ebbe inizio all’epoca di Giuseppe II.
Alle case venne assegnata una numerazione unica e progressiva che iniziava dal centro e a spirale si estendeva verso la periferia.
Nel 1861 la numerazione progressiva fu sostituita a quella per vie e nel 1865 si adottò il criterio di disporre i numeri pari su un lato e quelli dispari sull’altro inoltre i numeri civici divennero bianchi su fondo nero.[1]

 

 

Curiosità: l’Arcivescovado è l’unico palazzo di Milano che ha mantenuto sempre la stessa numerazione senza subire mai cambiamenti.[2]


Visualizzazione ingrandita della mappa


[1] P. Bruno, Porta Orientale. Così era Milano, Meravigli, Milano, 2011, p. 108

[2] P. Bruno, Porta Orientale. Così era Milano, Meravigli, Milano, 2011, p. 106

Le foto presenti in questo sito non sono riproducibili a scopo di lucro.